My fair Lady…

Per quanto riguarda il dipinto My fair lady, non possiamo sapere a chi si ispirò il pittore per creare il dipinto. Certo è che la fanciulla che si trova davanti al corteo, accolta da un musico indossa un abito del tutto simile se non uguale a quello indossato dalle dame di Stiching the stendard I e II e The hostage (quella con abito giallo). La fanciulla apre un corteo di cui non vediamo la fine poiché la scena è ambientata in un bosco e tutti i personaggi percorrono un sentiero che a ritroso è celato dalle rocce. Probabilmente la fanciulla del dipinto sta andando in sposa a qualcuno (non vi sono didascalie), ma non è accompagnata dal corteo che storicamente faceva seguito ad un personaggio importante e dunque è più probabile che il pittore si sia ispirato, quale preraffaelita, alle saghe arturiane.

 

 

La maggior parte dei costumi sono fedeli al modello generico di tunica e sotto tunica diffuso un po’ per tutto il Medioevo. Il musico è la sola figura che “stona” perché presenta una qualche asincronia nel suo modo di vestire. Tunica, calzamaglia e mantello di questo modello sono comuni soprattutto nell’Alto Medioevo anglosassone e a riprova di ciò si osservino le scarpe che si intrecciano in fasci sui polpacci, ma il berretto è quello classico in stile Robin Hood che nella moda medievale comparve solo verso la fine del periodo medievale stesso.

Gli abiti possono essere realizzati quasi completamente in lino (quelli delle fanciulle) e in lino pesante o lana addirittura quello del musico.

0 commentarium:

Posta un commento

Gentile Viandante, il tuo commento sarà pubblicato non appena approvato dall'Amministratore entro 24h.
Si raccomanda di non usare questo spazio per fare commenti o domande su argomenti che non centrano con quanto scritto nel post che ti accingi a commentare. Se hai delle richieste specifiche clicca qui: Scrivici. Non si risponde tramite questo servizio poiché non sempre vi è la certezza che l'utente riceva o legga la risposta. Puoi usare questo spazio anche per esprimere apprezzamenti, nel rispetto delle norme della buona educazione e del regolamento del sito.